Giubileo della Misericordia

Vademecum per ottenere l’indulgenza

Giubileo

Il Giubileo è l'anno della remissione dei peccati, della riconciliazione, della conversione e della penitenza sacramentale. Di seguito indichiamo le istruzioni per ottenere l’indulgenza durante il Giubileo della Misericordia, indetto da Papa Francesco.

Prima di tutto, occorre fare il Pellegrinaggio ad una Porta Santa. A Roma: San Pietro in Vaticano, San Giovanni in Laterano, Santa Maria Maggiore e San Paolo fuori le Mura.

Inoltre, nei giorni precedenti o successivi al Pellegrinaggio, occorre confessarsi. E’ prevista la partecipazione alla Messa, la Professione di fede, ossia la recita del Credo. Infine bisogna pregare secondo le intenzioni del Santo Padre.

L’indulgenza può essere ottenuta anche per uno o più defunti.

Le persone che per malattia e per anzianità non possono uscire di casa ottengono l’indulgenza sentendosi vicino al Signore, ricevendo la Comunione e partecipando alla Messa, anche attraverso la televisione.

Papa Francesco ha spiegato che cos’è l’Indulgenza: “Nel sacramento della Riconciliazione Dio perdona i peccati, che sono davvero cancellati”. Eppure “l'impronta negativa che i peccati hanno lasciato nei nostri comportamenti e nei nostri pensieri rimane. La misericordia di Dio però è più forte anche di questo. Essa diventa indulgenza del Padre che attraverso la Sposa di Cristo (cioè, la Chiesa) raggiunge il peccatore perdonato e lo libera da ogni residuo della conseguenza del peccato". Con l’indulgenza al peccatore pentito è condonata la pena temporale per i peccati già rimessi con la Confessione.

Prossimi eventi