Giubileo della Misericordia

Vittorio Maria De Bonis commenta La Madonna dei pellegrini di Caravaggio

Arte & Cultura

Perfetta icona per il Giubileo della Misericordia, la tela della Madonna dei Pellegrini di Caravaggio è ancor oggi collocata sull’altare della Cappella della Madonna di Loreto, nella centralissima chiesa romana di Sant’Agostino, nel Rione Campo Marzio, dove venne innalzata per volontà del marchese Ermete Cavalletti, committente dell’opera, nell’Anno del Signore 1605.

Sulla soglia dell’umile Casa Santa, che gli angeli avevano prodigiosamente trasportato da Nazareth a Loreto, con l’intonaco sbrecciato e lo stipite intaccato dal tempo, una Vergine carica di straordinaria vitalità e dolcezza si volge verso i due pellegrini scalzi genuflessi ai suoi piedi, un uomo maturo ed una donna anziana, entrambi poveramente vestiti e con il caratteristico bastone da viaggio dei viandanti, sorreggendo con sforzo appena dissimulato un bambin Gesù ormai cresciuto che benedice con sollecitudine i due devoti inginocchiati in preghiera.

I mantelli lisi dei due pellegrini, le vesti rattoppate, i piedi insudiciati dal lungo cammino, contrastano con il sontuoso rosso cupo, d’ascendenza tizianesca, della veste della Vergine e con le carni delicate del fanciullo divino, che rivelano tuttavia una sorprendente credibilità come pure il volto e l’atteggiamento della madonna, un autentico studio dal vero della modella prediletta del pittore, Maddalena Antognetti, naturale e ideale insieme, mentre i recenti restauri hanno rivelato la presenza delle impronte digitali di Caravaggio sul bastone dell’uomo, perché l’artista, come il suo modello di riferimento, Leonardo da Vinci, utilizza i polpastrelli per sfumare le tinte.

Mai Caravaggio aveva raggiunto un così alto livello di compartecipazione e commossa tenerezza, dove il Divino, nella sua più alta espressione, è così prossimo alle esigenze immediate e alla semplice devozione del mondo dei pellegrini.

Prossimi eventi

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutte le novità del Giubileo della Misericordia