Giubileo della Misericordia

I luoghi della Dolce Vita

Arte & Cultura

Questo percorso a piedi della durata approssimativa di 3 ore è ispirato al celeberrimo film “La Dolce Vita”. Il film, del 1960 e diretto da Federico Fellini, vinse la Palma d’Oro al tredicesimo Festival di Cannes e l’Oscar per i costumi. La pellicola, ambientata nella Roma a cavallo tra gli anni cinquanta e sessanta, racconta episodi in cui il protagonista è Marcello Rubini, giornalista romano che si occupa di servizi scandalistici. Con questo itinerario si scopre il lato più raffinato e nostalgico della Capitale.

PORTA PINCIANA

Vi suggeriamo di iniziare il percorso da Porta Pinciana, il cui nome deriva dalla Gens Pincia che possedeva il colle omonimo. Fu realizzata dall’imperatore Onorio ed una delle poche porte di Roma i cui restauri non hanno influito pesantemente sull’aspetto originario, rimanendo pertanto praticamente uguale all’originale. Da qui arriverete e Largo Federico Fellini, dedicato al “Maestro” che cambiò il modo di fare cinema riuscendo a “realizzare l’inesprimibile”.

VIA VITTORIO VENETO

Da qui percorrete la strada simbolo di un’epoca: Via Vittorio Veneto. La via venne disegnata alla fine dell’ottocento ed è famosa in tutto il mondo proprio per essere stata al centro della vita mondana degli anni cinquanta e sessanta dove star del mondo dello spettacolo di sedevano nei numerosi bar che ancora oggi lambiscono la strada e frequentavano gli hotel di lusso in una continua corsa dei paparazzi.

PIAZZA BARBERINI

Arrivando a Piazza Barberini potrete ammirare la Chiesa di Santa Maria Immacolata, che custodisce la cripta dei Cappuccini decorata con le ossa di circa 4000 frati. La cripta è divisa in cinque piccole cappelle e all’ingresso una targa riporta la frase “Quello che voi siete noi eravamo; quello che noi siamo voi sarete”. A brevissima distanza vi troverete davanti la Fontana delle Api. Venne commissionata da Papa Urbano VIII a Gian Lorenzo Bernini. Aveva lo scopo di essere un “beveratore delli cavalli”, frequente nei pressi delle fontane ornamentali maggiori. L’artista rappresentò sulla piccola fontana delle api, simbolo araldico della famiglia del pontefice.

IL QUIRINALE

Volgete lo sguardo e vi troverete davanti Piazza Barberini con la Fontana del Tritone, realizzata dal Bernini. Salite per via delle Quattro Fontane e poi svoltate a destra per Via del Quirinale. Passerete davanti al Palazzo del Quirinale, residenza ufficiale del Presidente della Repubblica italiana. La sua costruzione iniziò nel 1583 con la collaborazione di Pietro da Cortona, Domenico Fontana, Alessandro Specchi, Ferdinando Fuga, Carlo Maderno, Giovanni Paolo Pannini e Guido Reni. Da qui avrete anche occasione di vedere Roma dall’alto, soprattutto di sera.

FONTANA DI TREVI

Scendendo per via della Dataria e poi per via dei Lucchesi, vi troverete davanti la fontana più famosa al mondo: Fontana di Trevi. Simbolo della Dolce Vita grazie alla famosa scena in cui Anita Ekberg, vestita di un lungo abito nero, si immerge nelle sue acque. Fu progettata da Nicola Salvi e venne inaugurata nel 1735. Il suo stile tardo barocco è inconfondibile. Come tradizione vuole, non mancate di lanciare una moneta dentro la fontana, voltandole le spalle: vi propizierete un ritorno certo a Roma!

PIAZZA DI PIETRA

Dopo questo momento magico, percorrete via delle Muratte e raggiungete Piazza di Pietra. Qui, inglobato in un edificio del XVII secolo, si ergono i resti del Tempio dell’Imperatore Adriano, terminato nel 145 d.C. Sono ancora visibili undici delle tredici colonne originarie.

IL PANTHEON

Camminare per via del Seminario e vi ritroverete davanti alla maestosità del Pantheon, tempio romano dedicato agli Dei dell’Olimpo. Il tempio ha una struttura circolare, unita ad un portico in colonne corinzie che sorreggono il frontone. La cupola presenta al centro un’apertura circolare, costruita per far entrare la luce naturale. Poco più in alto, sorge la Basilica di Santa Maria Sopra Minerva e l’Obelisco del Bernini, sorretto da un elefantino di marmo.  

PIAZZA NAVONA

Rivolgetevi verso Via della Rotonda e girate a sinistra fino ad arrivare a Piazza Navona, simbolo della Roma Barocca con la Fontana dei Quattro Fiumi del Bernini e la Chiesa di Sant’Agnese in Agone, legata a Francesco Borromini e Girolamo Rainaldi. A questo punto proseguite su via Zanardelli, girate a destra in via di Monte Brianzo e arriverete nell’elegante Via dei Condotti, dove si susseguono le vetrine delle più grandi firme della moda mondiale.

PIAZZA DI SPAGNA

Alla fine di via dei Condotti vi si aprirà davanti la meravigliosa Piazza di Spagna, cuore pulsante del turismo romano grazie anche alla Fontana della Barcaccia, progettata da Bernini, e alla scalinata scenografica: risalite i suoi 135 scalini fino alla Chiesa di Trinità dei Monti. Da qui lo spettacolo che si estende ai vostri piedi sarà indimenticabile. Camminate per via Sistina che, tra botteghe artigiane e il famoso omonimo teatro, vi riporterà a Piazza Barberini.

La Dolce vita romana era anche sinonimo del mangiar bene. Rivivi quell'emozione a cena!

Ristoranti a Roma dove mangiare

Scegli tra decine di ristoranti e con soli 20€ ti assicuri un primo, un secondo con contorno, un dessert, bibita e caffè. 

 

Prossimi eventi

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere tutte le novità del Giubileo della Misericordia